• An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
Errore
Nov18

le parrocchie si vedono recapitare bollette da 950 € per chiese campestri aperte per soli pochi giorni all'anno.

ABBANOA METTE IN GINOCCHIO LE PARROCCHIE DELLA SARDEGNA

SARDEGNA. Don Pietro Borrotzu, presidente della Carta di Zuri, ha evidenziato  come i parroci sardi si trovino in enormi difficoltà, in quanto chiamati da Abbanoa a pagare ciascuno sino a diverse migliaia di euro per una o più utenze per le diverse chiese o strutture parrocchiali. Per don Borrotzu una simile richiesta appare inostenibile e non pertinente al consumo reale delle utenze parrocchiali: “Leggendo questi avvisi  di pagamento - afferma - pensiamo che Abbanoa  abbia calcolato  l’importo prevedendo una cauzione di 950 euro per ogni chiesa e mettendo nel conto anche le chisette di campagna o di paese che si aprono una volta all’anno per la festa del santo a cui sono intitolate”.

Il sacerdote ha, inoltre, messo in rilievo pure come il deposito cauzionale superi spesso l’importo dei consumi annuali addebitati e ciò possa essere una ragione sufficiente per inficiare la correttezza della procedura avviata da Abbanoa, con la quale le parrocchie già avevano  avuto problemi a causa del cosiddetto diritto fisso. “Viene equiparato a quello delle caserme o degli ospedali, dove ben altro è il consumo di acqua”, spiega ancora don Borrotzu. “Di fatto paghiamo il doppio di un’utenza domestica”.

Intanto, anche l'Adiconsum si sta muovendo per chiedere alle autorità competenti di verificare se la richiesta del deposito cauzionale sia legale o meno anche per le utenze private. (Fonte con modifiche: linkoristano.it)

Nov18

OTISTANO 21 Novembre 2014: GIORNATA PRO ORANTIBUS

L’USMI DI OR ricorda a tutte le religiose, religiosi e a tutti coloro che desiderano unirsi a loro nella preghiera i prossimi appuntamenti di novembre:

21 Novembre 2014: GIORNATA PRO ORANTIBUS – ore 17:30 VESPRI nel monastero

delle Sacramentine – Presieduti da P. Giuseppe Simbula , Vicario Episcopale

“Pro Religiosis” - Via Vinea Regum, 28 – Oristano

30 Novembre 2014 – APERTURA ANNO VITA CONSACRATA

ORE 17:00 VESPRI SOLENNI in Cattedrale Presieduti da Mons. Ignazio Sanna

 

Nov18

la cittadina fa memoria della tragedia di un anno fa

solarussa. eventi in ricordo del primo anniversario dell'alluvione

SOLARUSSA. La cittadinanza solarussese ha stilato un programma di eventi per ricordare la disastrosa alluvione del 18 novembre 2013. Decine e decine le famiglie colpite dalla violenza dell'acqua ma grazie a cielo non si registrarono vittime. Nei giorni e settimane seguenti seguì un'ondata di solidarietà a favore delle persone colpite. Grande l'apporto offerto dalla Caritas parrocchiale e diocesana sin dalle prime ore. Il video ripropone la quasi tragedia vissuta da una delle tante famiglie, visitate dopo appena 24 ore, dall'Arcivescovo Mons. Ignazio SannaDi seguito il programma:

mattina
ore 10.00 FESTA degli Alberi con gli alunni delle scuole
Messa a dimora di piante d'olivo in Piazza Pertini, Piazza Coa e forru e scuola Elementare
Sera
ore 17.00 S. Messa in Parrocchia
Fiaccolata dalla parrocchia alla Piazza pertini, attraversano via Via Roma e via Gramsci
ore 18.30 Assemblea Pubblica nel capannone Naitana.
Nov14

diocesi arborense. Le date dei prossimi ritiro del clero 2014-2015

ORISTANO-SEMINARIO. Ecco tutte le date dei prossimi ritiri del clero arborense previsti per l'anno pastorale 2014-2015: VENERDì 14 novembre; VENERDì 12 dicembre; GIOVEDì 15 gennaio; VENERDì 13 febbraio; VENERDì 13 marzo; VENERDì 15 maggio; GIOVEDì 18 giugno.

Nov14

regione sardegna. finanziamenti per la messa in sicurezza di edifici di culto

Hanno ottenuto un finanziamento per la messa in sicurezza di edifici di culto le seguenti parrocchie ricadenti nella diocesi di Oristano: Atzara (130,000 €), Desulo (130,000 €), Norbello (105,000 €), Nuragus (73.500,00). Maggiori info per le altre che hanno fatto domanda: http://www.regione.sardegna.it/documenti/1_274_20141112152623.pdf

Nov10

Cattedrale 23 novembre 2014 ore 16.00

Oristano. Convocazione Assemblea generale della seconda sessione del Sinodo

L’Arcivescovo S.E. Mons. Ignazio Sanna convoca domenica 23 Novembre 2014 alle ore 16 nella Chiesa Cattedrale l’Assemblea generale di apertura della seconda Sessione del Sinodo Diocesano dell’Arcidiocesi di Oristano sul tema La Parrocchia, Chiesa tra la gente con il seguente ordine del giorno: 1. Preghiera iniziale 2. Presentazione delle Proposizioni sinodali 3. Calendario della seconda Il segretario generale, Mons. Antonino Zedda Nota: Per la registrazione della presenza dei Membri Sinodali la Segreteria sarà attiva dalle ore 15.
Nov10

Cattedrale 9 novembre 2014

Omelia per l'ordinazione sacerdotale di don Enrico Perlato

Cari fratelli e sorelle, siamo qui riuniti, questa sera, per invocare il dono dello Spirito che consacrerà la persona di Enrico Perlato per il servizio della Chiesa e del prossimo. In questa circostanza, il primo sentimento è quello della gratitudine al Signore, il padrone della vigna, perché manda un operaio alla Chiesa Arborense da oltre i suoi confini geografici, esattamente dalla Diocesi di Milano. Questo è un segno di benedizione particolare e di benevolenza divina, di cui non possiamo non essere grati al Signore. Dopo aver assicurato il sentimento di gratitudine al Signore, vogliamo lasciarci interpellare dalla sua Parola, che è stata poc’anzi proclamata, e che costituisce un programma di vita spirituale sia per il sacerdozio ministeriale di Enrico che per quello comune di tutti i fedeli.

Nov08

Matrimonio concordatario: modifica dell'art. 147 del codice civile Il 7 febbraio 2014

Matrimonio concordatario: modifica dell'art. 147 del codice civile Il 7 febbraio 2014 è entrata in vigore la nuova formulazione dell’art. 147 del codice civile disposta dal Decreto Legislativo 28 dicembre 2013, n. 154, pubblicato sulla G.U. n. 5 dell’8 gennaio 2014, che è uno degli articoli che devono essere letti durante la celebrazione del matrimonio concordatario, prima della conclusione del rito liturgico.

La nuova formulazione dell’art. 147 del codice civile è la seguente: «Il matrimonio impone ad ambedue i coniugi l’obbligo di mantenere, istruire, educare e assistere moralmente i figli, nel rispetto delle loro capacità, inclinazioni naturali e aspirazioni, secondo quanto previsto dall’articolo 315-bis». L’art. 315-bis del codice civile (Diritti e doveri del figlio) così dispone: «Il figlio ha diritto di essere mantenuto, educato, istruito e assistito moralmente dai genitori, nel rispetto delle sue capacità, delle sue inclinazioni naturali e delle sue aspirazioni. Il figlio ha diritto di crescere in famiglia e di mantenere rapporti significativi con i parenti. Il figlio minore che abbia compiuto gli anni dodici, e anche di età inferiore ove capace di discernimento, ha diritto di essere ascoltato in tutte le questioni e le procedure che lo riguardano. Il figlio deve rispettare i genitori e deve contribuire, in relazione alle proprie capacità, alle proprie sostanze e al proprio reddito, al mantenimento della famiglia finché convive con essa».

http://youtu.be/W00rAjOFopI

Utenti collegati

 8 visitatori online

Statistiche utenti

Utenti totali : 377
Ultimo utente : Isaa
Oggi : 0 iscrizioni
Questa settimana : 0 iscrizioni
Questo mese : 2 iscrizioni